06/03/2020

Una donna “sposata con la scienza”

For a free printable PDF version, register for free or login.


Nei secoli passati, le donne avevano molte meno possibilità di studiare rispetto agli uomini, e quindi non potevano accedere a molte conoscenze scientifiche. Per fortuna, dal XX secolo in poi le cose sono iniziate a cambiare e anche le donne hanno potuto contribuire a importanti scoperte.

Una di queste donne si chiama Rita Levi Montalcini ed è nata a Torino nel 1909. Nel 1936 si è laureata in medicina e ha iniziato a studiare il sistema nervoso umano. Essendo di origine ebrea, è dovuta scappare dall’Italia durante la Seconda guerra mondiale. Finita la guerra, è tornata a Torino e ha creato nella propria casa un laboratorio per continuare le sue ricerche.

In seguito ha continuato la sua carriera in America e grazie alle sue ricerche è stato possibile capire meglio quali sono le cellule del sistema nervoso umano. Per questo nel 1986 ha ricevuto il Premio Nobel per la medicina.

Una volta tornata in Italia è stata a capo del Centro di Ricerche di Neurobiologia di Roma e poi del Laboratorio di Biologia cellulare. Anche quando ha lasciato questo incarico per lasciare il posto a qualcuno di più giovane, ha continuato a fare ricerche e a lavorare con impegno nel suo campo. Ha scelto di concentrarsi sul lavoro invece che sulla possibilità di farsi una famiglia, infatti una volta ha detto di essere “sposata con la scienza”.

Anche se è morta nel 2012, le sue ricerche hanno ancora un forte impatto sul mondo medico e continuano a ispirare giovani donne e uomini che scelgono di investire tempo e sforzi nella ricerca scientifica.

learn italian
My secret to learn languages faster!

A woman “married to science”

In past centuries, women had far fewer opportunities to study than men, and therefore could not access much of the scientific knowledge of their time. Fortunately, from the 20th century onwards, things started to change and women were able to contribute to important discoveries.

One of these women was Rita Levi Montalcini and she was born in Turin in 1909. In 1936 she graduated in medicine and started studying the human nervous system. Being of Jewish origin, she had to escape from Italy during the Second World War. After the war, she returned to Turin and created a laboratory in her home to continue her research.

She later continued her career in America and, thanks to her research, our understanding of the cells of the human nervous system improved. For this reason, in 1986, she received the Nobel Prize for medicine.

Once back in Italy, she was appointed Head of the Neurobiology Research Centre in Rome and then of the Cell Biology Laboratory. Even after ceding this job to someone younger, she continued her research and hard work in the field. She chose to focus on work rather than on starting a family, in fact, she once said she was “married to science”.

Although she died in 2012, her research still has a strong impact on the medical world to this day and continues to inspire young women and men who choose to invest time and effort in scientific research.

For a free printable PDF version, register for free or login.

Leave a Reply

Stop Reading, Start Speaking!

With the Italian audio course “Ripeti con me!”

Learn and Win!

You could be earning points just by reading this page.  Points earn you exciting rewards like free language lessons.

Don’t miss your points, sign up now!

ripeti con me logo

Stop reading,

start speaking!

with "Ripeti con me!"